Idee per una grande storia

Tutti gli aspiranti scrittori sono interessati a imparare dai grandi: ed è per questo motivo che ho voluto riportarvi, brevemente, i consigli di Andrew Stanton, sceneggiatore e produttore cinematografico. Tra i suoi capolavori figurano Toy Story, Wall-e e Alla ricerca di Nemo: chi meglio della Disney può dirci qualcosa sul raccontare storie?

  • La narrazione è come raccontare barzellette. È sapere la battuta finale, sapere che tutto ciò che dici, dalla prima all’ultima frase, porta a un solo obiettivo.
  • A tutti piacciono le storie, le storie confermano chi siamo: vogliamo tutti conferma che le nostre vite hanno significato e niente dà più conferme di quando ci connettiamo attraverso le storie. Attraversano le barriere del tempo e ci permettono di sperimentare le analogie tra noi e gli altri, reali o immaginarie.
  • Coinvolgimento: il più bel comandamento della narrazione è: coinvolgimi. Emotivamente, intellettualmente, esteticamente.
  • Promettere: fare la promessa che questa storia porterà dove vale la pena. Lo si può fare in tantissimi modi, con un “c’era una volta” o un narratore che sembra invitarvi attorno al fuoco. È come una fionda che ci trascina, attraverso la storia, verso la fine.
  • La teoria del 2+2: Il pubblico vuole guadagnarsi il pane ma non vuole sapere che lo sta facendo. Questo è il compito del narratore. Siamo nati per risolvere problemi, l’assenza di informazioni ben organizzati è ciò che ci affascina. Vogliamo finire le frasi, completare i buchi. La teoria del 2+2: non date al pubblico 4, dategli un 2+2. Gli elementi che fornite, l’ordine sono fondamentali, elementi invisibili.
  • Personaggio ben costruito: deve avere un motore interno, un obiettivo inconscio a cui si rifà.
  • Il cambiamento: il cambiamento in una storia è fondamentale. Una storia statica è morta. La vita non è mai statica.
  • Anticipazione: quando raccontare una storia avete costruito l’anticipazione ? Mi avete fatto voglia di sapere cosa succede dopo? Come si concluderà tutto?
  • Il tema: ogni storia deve avere un tema. Magari nascosto, ma sotto ci deve essere una costante. Un tema forte percorre sempre una storia ben raccontata.
  • La meraviglia: L’ingrediente segreto è la meraviglia. Non esiste più grande capacità del dono di un altro essere umano che vi offre quella sensazione: trattenere anche solo per un attimo e lasciare che ci si abbandoni alla meraviglia. Quando è fatta, la conferma di esser vivi, vi pervade ogni singola cellula. Le migliori storie infondono meraviglia.
  • Usa ciò che sai. Crea da ciò che sai. Non per forza da una trama. Significa catturare una verità dalla vostra esperienza, esprimere valori che sentite personalmente, nel profondo del cuore.

Il mio consiglio è di andare a vedere il video: divertente, coinvolgente e anche commovente. Qui il link: https://www.ted.com/talks/andrew_stanton_the_clues_to_a_great_story?language=it

Author: Viola

Lascia un commento