5 libri da leggere in Scozia (e autori famosi che non sapevate essere scozzesi)

Dovete partire per la Scozia?  La Scozia è patria di scrittori famosissimi (e attenti a dire che sono scrittori inglesi, che gli scozzesi su questo sono permalosi!), e l’atmosfera scozzese si ritrova in tantissimi capolavori. Ecco alcuni libri a tema scozzese da poter leggere prima, durante e dopo il vostro tour!

Edimburgo. Tre passeggiate a piedi, Robert Louis Stevenson. A cura di Valeria Bellazzi, Lit Edizioni. € 17,50

Un autore scozzese non è un autore inglese: è scozzese. Stevenson nacque proprio ad Edimburgo e con questa città ebbe un rapporto molto conflittuale. Negli scritti raccolti in questo libro Stevenson non edulcora la realtà del suo tempo e non concede nulla di più di quello che effettivamente la sua città merita, ma la sua scrittura musicale ci parla dei vari quartieri, delle contraddizioni, delle varie storie che Edimburgo raccoglie dentro di sé. Un acquisto di cui non mi sono affatto pentita, anche se il costo è un po’ forse elevato. Stevenson ci mostra la storia, la geografia, la società della sua città senza però mettere da parte la sua vena narrativa: l’avventura dell’Isola del tesoro e il mistero di Dr. Jekyll e Mr. Hyde filtrano di sottofondo tra le descrizioni e le parole dedicate ad Edimburgo.

Macbeth, Shakespare

Tragedia di destino, potere e umanità: Shakespeare scuote davvero le nostre paure più profonde in questa magnifica storia. Macbeth è un nobile scozzese, incredibile guerriero, che si ritrova nel mezzo di una profezia: tu sarai re, gli dicono le streghe, e gli eventi che seguono l’oracolo sembrano trascinarlo potentemente verso quella direzione. Ma il destino non si compie da sé, e Macbeth, insieme alla sua amata Lady Macbeth, lotta contro e allo stesso tempo insieme alle strane forze misteriose del fato. Una tragedia sublime che si interroga sul significato delle colpe, dei desideri e dei demoni che si possono annidare dentro di noi.

Fantasmi sotto sfratto, Eva Ibbotson

Libri per bambini? Fantasmi sotto sfratto è perfetto per preparare i più piccoli (o per prepararvi voi stessi) alle storie di mistero che i meravigliosi castelli scozzesi nascondono. Il libro parla di un’antica dimora scozzese comprata da un miliardario americano, che vuole trasferire l’intero castello, mattone dopo mattone, oltreoceano: ma che fine faranno i fantasmi che ci vivono dentro da generazioni e generazioni?

Harry Potter, J. K. Rowling 

Harry Potter è come il prezzemolo, si sa, ma non potevo non citarlo per questo viaggio in Scozia. Hogwarts, infatti, la splendida scuola di stregoneria del mondo di J.K. Rowling, si troverebbe immersa nei bellissimi paesaggi scozzesi.  Ogni occasione è buona per cominciare a leggere – o per rileggere – Harry Potter.

Le due torri, Tolkien

Cosa c’entra il Signore degli Anelli con la Scozia? Apparentemente nulla. Ma il fantasy si trova a suo agio tra la natura selvaggia delle Highlands e le rovine dei castelli. Qualsiasi libro di questo genere perciò è perfetto, secondo me, per un viaggio in Scozia.

 

FILM E SERIE TV 

Non possono mancare alcune nomination di film e serie tv ambientate in Scozia o di atmosfera scozzese. Oltre agli adattamenti di Macbeth (io ho visto l’ultimo di Kurzel, del 2015), non posso non citare il famosissimo Braveheart, che parla dell’eroe nazionale scozzese William Wallace, Rob Roy e Highlander. Infine la saga di Outlander.

 

SHOPPING LIBRESCO IN SCOZIA

Ovviamente non ho potuto resistere e ho comprato 2 libri (mi sono anche trattenuta!): il primo è The book of Beasties, a scottish bestiary of old 1710 – una carrellata di creature magiche e mitologiche scozzesi, con tanto di illustrazioni. Il secondo è Sylvia and Bird, di Catherine Rayner, un delizioso libro per bambini con protagonista un drago: la Scozia mi sembrava la patria ideale di queste bellissime creature.

ALTRI CONSIGLI: AUTORI SCOZZESI 

Walter Scott: la Scozia ama alla follia Walter Scott, famosissimo romanziere – anzi, uno dei primi romanzieri della storia. Scott fu un personaggio pubblico importantissimo alla sua epoca, e la sua fama letteraria è meritatissima.

Robert Burns: chiamato il poeta contadino, è un’altra figura fondamentale della storia letteraria scozzese. Molto amato dal popolo perché scriveva in lingua scots, la lingua parlata dai ceti sociali più bassi.

James Matthew Barrie: anche se Peter Pan trascina Wendy via dai sobborghi londinesi, Barrie nasce e studia in Scozia.

Arthur Conan Doyle: un altro grande nome si unisce alla lista degli scrittori scozzesi. Un po’ di Sherlock Holmes non guasta. L’atmosfero di mistero, come ho già scritto, pervade la Scozia in ogni dove!

Irvine Welsh: il suo Trainspotting è ambientato nella Edimburgo della fine degli anni ’80. Un libro molto diverso dagli scorsi citati, ma per chi visita Edimburgo è sicuramente immancabile.

Author: Viova

Lascia un commento