Mi parli del tutto, Alessandra Zanetti

Author: Viova / 

Alessandra ha un’importante colloquio di lavoro, forse il più importante della sua vita. È vicinissima a raggiungere il suo sogno di sempre, vicina poche ore dal suo obiettivo. Ma la giornata comincia storta: tra uno sbuffo, un consiglio di un’amica, tentativi di pensiero positivo, Alessandra lotta contro una forza sconosciuta che la porta sempre più lontana dal percorso in linea retta verso la sua meta. E devia. “Mi parli del tutto” racconta il percorso alternativo, il viaggio imprevisto. È pieno di ostacoli, incomprensioni e personaggi strani – alcuni fastidiosi, altri illuminanti –  tutti apparsi nella giornata sbagliata ad Alessandra, che vorrebbe solo arrivare al colloquio in tempo, sana e salva. Ci arriverà? Non ve lo svelo.

Il percorso è vostro, la Via è la vostra Via, è la Via di tutti. Dovete saperla riconoscere, dovete vedere tra i fili quale sia la vostra, non intricatevi con i fili degli altri, solo il vostro filo d’oro può salvarvi. Il percorso verso l’Illuminazione è tenebroso, ma non vi è spazio per lo sbaglio. Questo vogliono fare, vogliono farvi smettere di pensare e di sbagliare! Ma voi sbagliate, vi dico io. Sbagliate e gioite del percorso, anche quando vi sentirete lontani, anche se non vi sembrerà più di vedere la Via, ma non smettete mai di scorrere e ruotare, perché il Dao è sempre in voi.

Mi parli del tutto scorre veloce alla lettura, tra ironia, avventura e filosofia. Riesce a farci entrare in connessione con Alessandra, con le sue paure, le sue aspirazioni e le sue ansie.

Ispirato a “Viaggio in Occidente”, uno dei pilastri della letteratura cinese, “Mi parli del tutto” ci fa intravedere un mondo sconfinato di significati, ci cattura nel suo amore per una cultura così lontana e affascinante. Ci apre uno spiraglio da cui possiamo sbirciare un libro più antico, misterioso… e sicuramente incuriosisce e fa venir voglia di saperne di più. Il finale è commovente, una escalation di sorprese ed emozioni che ci trascinano nel fiume che travolge la stessa Alessandra. Ve lo consiglio con il cuore!

Ripensò a tutte quelle volte che, da sola, si era persa tra le vie sconosciute e a quanto amasse quella sensazione, in cui curiosità e paura si fondevano perfettamente e le davano un brivido di vita che poco altro sapeva infonderle. Nei suoi viaggi, aveva provato spesso quell’emozione, non senza rischi certo, ma il piacere della scoperta la rinfrancava di ogni timore di non saper più ritrovare la via di casa. […] aveva conosciuto così tanto, così intensamente, vissuto così a fondo, che le era quasi impossibile spiegare a parole quanto quella sensazione la portasse in alto e in avanti. Pochi giorni o settimane potevano diventare interi mesi. Non capiva come funzionasse, era un po’ come l’incredibile pedalata dell’alba: negli istanti di percezione tanto intensa da risultare indescrivibile, era come se riuscisse a camminare attraverso le pieghe del tempo. Si infilava tra esse come in un ampio drappeggio e il movimento stesso diventava una funzione secondaria.

Mi parli del tutto è il libro d’esordio di Alessandra Zanetti, conosciuta sul web come Furibionda. Appassionata di lingua e cultura cinese, è scrittrice, giornalista e divulgatrice. Seguitela sui suoi canali social e andate a trovarla a Lucca Comics allo stand di No Lands.

 

Recensione di Viova.

Lascia un commento